Dheya Al-Khalidi inizia a scrivere nel 1999, redattore per le edizioni del ministero della cultura iracheno dal 2003 al 2014, collabora anche con altre testate e riviste fino al 2013, anno in cui lascia il paese e si stabilisce in Turchia. Ha scritto più di 90 pun- tate del programma Yafi’un, andate in onda sul canale satellitare iracheno al-Furat, sulla vita di giovani tra i 13 e i 18 anni. Autore di film e cortometraggi per la casa di produzione al-‘Alam su Baghdad e la sua umanità (orfani, facchini, venditori, acque inquinate, crisi energetica), ha pubblicato raccolte di racconti (L’ultimo inno 2001) e romanzi (Succede nei paesi felici 2009, Sembra quasi Baghdad 2012, 1958 Una probabile vita di Aref al Baghdadi 2018). Corrispondete a Kirkuk per l’agenzia di stampa tedesca MICT, dal 2008 al 2010 ha diretto la fiera del libro della città. Il suo racconto L’arrivo in via Abu Nuwas è stato tradotto in inglese ed inserito nella raccolta collettiva Baghdad Noir uscita a New York per Akashic Books nel 2018.

PUBBLICAZIONI