Antonio Anatriello

//Antonio Anatriello

Antonio Anatriello

AnatrielloCresce nell’indifferenza religiosa, scopre poi il Vangelo e nel 1974 diviene prete. Sospeso ‘a divinis’ nel 1979 perchè rifiuta di ritrattatre alcune critiche da lui espresse in una lettera pubblicata dal ‘Roma’ e da ‘Paese Sera’ circa l’autoritarismo del Papa, lascia il sacerdozio, ma non la Chiesa e, per un anno, lavora come operaio in una fabbrica in provincia di Varese, utilizzando il diploma di ‘Aggiustatore meccanico’ conseguito al CIFAP  di Napoli nel 1965. Mentre lavora in fabbrica, già specializzato inTeologia morale, conduce a termine la Laurea inSociologia presso l’Università di Napoli. Laureato in teologia e Sociologia, nel 1985 vince un concorso a cattedre e da allora ha insegnato Ragioneria (poi chiamata Economia Aziendale) nell’I.T.C. “Filangieri” del suo paese fino al pensionamento nel 2010.

In collaborazione con la moglie (Rosa Anatriello), ha scritto ” Dialogo familiare sul senso della vita”, un saggio pedagogico – religioso nella forma di una lunga lettera ai figli, pubblicato nel corso del 95 dall’ E.S.I. (Edizioni Scientifiche Italiane) di Napoli. Sempre presso l’E. S. I., ha pubblicato nel febbraio del 1999 “Eutanasia per un credente”, una serie di racconti – saggio, come agili veicoli di interrogativi esistenziali, etici, ed ecclesiali ( eutanasia, solidarietà, celibato, credibilità della chiesa…). Nel dicembre 2008 ha pubblicato presso Graus Editore di Napoli “Dio al di là della gerarchia” (un itinerario), frutto della rielaborazione di alcuni quaderni – diario che consentono di tracciare la storia del protagonista che si snoda come un itinerario interiore a tappe. Nell’aprile 2013 ha pubblicato ‘in sordina’ presso ‘ilmiolibro.it’ “Flash su facebook su versetti biblici” (non prediche, ma risonanze interiori), una raccolta di brevi e agili riflessioni messe in rete nel corso di un anno.

2017-10-22T08:43:00+00:00

Scrivi un commento